Residenza De Leonardis . letto e prima colazione

Alberobello - Storia


Il nome Alberobello deriva da Sylva Arboris Belli (Selva dell'albero della guerra), appellativo derivato dalla memoria di un fatto d'arme o agguato di briganti. In origine Roberto D'Angiò, il cui Regno ebbe luogo dal 1309 al 1343, donò questa Selva al Comune di Martina Franca che fece valere i suoi diritti fino al 1481, data in cui Ferdinando D'Aragona Re di Napoli, la donò come risarcimento all'illustre casa degli Acquaviva di Conversano, per i danni subiti nella guerra contro i turchi per la difesa dell'Italia.

I conti di Conversano vi condussero gente, soprattutto contadini, per dissodare e coltivare la terra concedendo molti vantaggi e immunità, ma vietando loro alcuna forma di proprietà. I contadini ebbero facoltà di costruire delle abitazioni, ma con il divieto di usare qualsiasi tipo di legame (Malta, etc.).

Con la "Prammatica de Baronibus", voluta dagli Aragonesi, si vietava ai baroni di costruire nuovi agglomerati urbani senza regio beneplacito. Questo era il principale motivo per il quale le casedde erano costruite a secco. Esse potevano essere distrutte in poco tempo nel caso di regia ispezione.

Richiesta Disponibilità

data di arrivo 2017
data di partenza 2017
Oppure chiama la residenza: +39 080 432 32 10

+39 380 79 45 389

Info

Via Indipendenza, 45 - Zona Trulli
70011 - Alberobello (Bari)
tel. +39 080 432 32 10
fax +39 080 246 11 83
cell. +39 380 79 45 389
email: info@residenzadeleonardis.it

Immagini

Residenza De Leonardis - Via Indipendenza, 45 - 70011 Alberobello (Bari) - tel. +39 080 4323210 - cell. +39 380 7945389
P.IVA. 06357250726